Condizioni Generali per la Fornitura di Prodotti e Servizi di MAIER ITALIA S.r.l.

Condizioni commerciali generali
Condizioni di vendita e fornitura della Christian Maier GmbH & Co. KG (= venditore)

Ultimo aggiornamento: 01/2021

1. Principi generali – accordi accessori verbali – offerte

1.1. Per le nostre forniture e i nostri servizi (a seguire “servizio/servizi”) si applicano esclusivamente le seguenti nostre condizioni commerciali generali (a seguire “condizioni commerciali”). Eventuali vostre condizioni in contrasto, divergenti o non contemplate nelle presenti condizioni commerciali non saranno da noi riconosciute, salvo nostra esplicita approvazione scritta della loro applicabilità. Ciò vale anche nel caso in cui noi, pur a conoscenza delle vostre condizioni in contrasto, divergenti o non contemplate nelle presenti condizioni commerciali, dovessimo effettuare/erogare senza riserve forniture e servizi, o nel caso in cui nella vostra richiesta, nel vostro ordine o comunque nell’ambito della gestione del contratto, voi facciate riferimento alla validità delle vostre condizioni.
1.2. Le nostre condizioni commerciali si applicano solo verso aziende ai sensi del § 14 BGB (codice civile tedesco).
1.3. I nostri venditori non sono autorizzati a stipulare accordi accessori verbali.
1.4. Salvo quanto concordato diversamente in modo esplicito, le nostre offerte di prezzo e servizi sono senza impegno. L’ordine assume per noi carattere vincolante, solo dopo che esso è da noi confermato per iscritto o accettato in modo definitivo, attraverso l’erogazione del servizio o l’emissione della fattura.
1.5. Tutti i contratti stipulati con voi sono subordinati alla condizione sospensiva, per cui le eventuali autorizzazioni necessarie per l’esportazione verranno conferite e/o per cui non si incontreranno altri ostacoli legati al nostro ruolo di esportatori o legati alle norme sull’esportazione o il trasporto applicabili nei confronti di uno dei nostri fornitori.
1.6. Salvo quanto diversamente concordato in modo esplicito, tutte le immagini, i disegni, i calcoli, e qualsiasi altra documentazione relativa al prodotto, all’applicazione o al progetto contenente know-how o informazioni di valore resta di nostra proprietà ed è subordinata al nostro diritto d’autore, anche se è stata messa a disposizione. Senza il nostro previo consenso scritto, non siete autorizzati a effettuare riproduzioni o rendere quanto menzionato accessibile a terzi.
1.7. I prezzi indicati nella nostra offerta / conferma d’ordine si basano sul calcolo realizzato al momento della presentazione dell’offerta / conferma d’ordine. Se tre mesi dopo la stipula del contratto il prezzo delle materie prime dovesse subire rincari significativi – di almeno il 10% – siamo autorizzati a incrementare proporzionalmente i prezzi concordati in funzione del costo aggiuntivo. L’acquirente verrà informato in merito.

2. Consegna – tempi di consegna – proroga dei termini di consegna – servizi parziali

2.1. Salvo quanto diversamente concordato in modo esplicito, in linea di massima i tempi concordati per il servizio non sono da intendersi come termini fissi (§ 323 comma 2 n. 2 BGB [codice civile tedesco], § 376 HGB [codice di commercio tedesco]).
2.2. Il termine per l’esecuzione del servizio inizia a decorrere solo una volta chiariti tutti i dettagli e dopo che i partner contrattuali avranno concordato tutte le condizioni della transazione. I presupposti per il rispetto dei termini concordati per l’esecuzione del servizio sono:
– Invio puntuale da parte vostra di tutti i documenti richiesti;
– Conferimento puntuale da parte vostra di tutti i permessi e le autorizzazioni;
– Vostro adempimento puntuale e completo degli obblighi contrattuali, in particolare degli obblighi di pagamento.
2.3. Salvo quanto diversamente concordato in modo esplicito, il termine di consegna si considera rispettato nel momento in cui la spedizione pronta all’uso esce dallo stabilimento entro il termine di consegna concordato.
2.4. I nostri obblighi di consegna sono subordinati al rifornimento corretto e puntuale da parte dei nostri fornitori, a meno che il rifornimento errato o tardivo sia da imputarsi a noi.
2.5. Il termine per l’esecuzione del servizio verrà prorogato di conseguenza se
– il mancato rispetto del termine per l’esecuzione del servizio è da ricondursi a un evento di forza maggiore, vale a dire un evento imprevedibile rispetto al quale non possiamo intervenire e la cui ragione non è imputabile a noi (ad es. provvedimenti amministrativi e ingiunzioni (a prescindere dalla loro validità)), incendi, inondazioni, uragani, esplosioni o altre catastrofi naturali). Lo stesso si applica nei casi in cui un tale evento si verifichi durante un ritardo nella consegna o presso un nostro subfornitore;
– non riceveremo per tempo le necessarie autorizzazioni che siete tenuti a fornirci o la documentazione di terzi; – da parte vostra non ci vengono fornite per tempo le indicazioni necessarie.
2.6. Se da voi ritenuto auspicabile, abbiamo la facoltà di effettuare prestazioni parziali, che potremo fatturare di volta in volta separatamente.
2.7. Se la consegna viene posticipata su vostra richiesta o per circostanze a voi imputabili, una volta dimostrata da parte nostra la disponibilità a effettuare la spedizione, abbiamo la facoltà di addebitarvi i costi sostenuti per via dello stoccaggio, per un valore minimo pari allo 0,5% dell’importo della fattura per ogni settimana iniziata, fino a un massimo pari al 5% dell’importo della fattura. Entrambe le parti hanno la facoltà di dimostrare che i costi di stoccaggio sono stati superiori, inferiori o non sono affatto insorti. Restano salvi i diritti giuridici a recedere dal contratto e richiedere il risarcimento danni.

3. Forza maggiore – recesso – riserva in caso di mancato rifornimento da parte dei nostri fornitori

3.1. Se a causa di un evento di forza maggiore (cfr. punto 2.4.) non fosse per noi possibile erogare il servizio entro un termine ragionevole, entrambe le parti hanno il diritto di recedere dal contratto, integralmente o in parte. Lo stesso vale anche in caso di sopraggiunta impossibilità all’esecuzione del contratto per motivi non imputabili a noi. Per questo tipo di recesso non sono applicabili i diritti al risarcimento danni. Se una parte intende recedere dal contratto per uno dei motivi sopra indicati, essa è tenuta a comunicarlo tempestivamente all’altra parte.
3.2. Siamo esonerati dal nostro obbligo di consegna qualora, per motivi non imputabili a noi, non ci vengano consegnate per tempo le merci corrette da noi ordinate per l’adempimento del contratto e la fornitura del partner contrattuale non possa più essere effettuata in conformità al contratto. Ciò si applica in ogni caso per le scadenze concordate.

4. Riserva di proprietà

4.1. Fino al completo pagamento di quanto a noi dovuto, alla luce del rapporto d’affari instaurato, gli oggetti della fornitura resteranno di nostra proprietà (merce soggetta alla riserva di proprietà). Ciò vale anche nel caso in cui il prezzo di determinati servizi sia già stato pagato. In questo caso la riserva di proprietà è da intendersi come garanzia per la richiesta del saldo. Se nel vostro Paese la riserva di proprietà è legata a specifici presupposti o requisiti formali, siete tenuti a comunicarcelo e a provvedere all’adempimento a vostre spese.
4.2 La merce soggetta alla riserva di proprietà deve essere immagazzinata separatamente dalle altre merci e va opportunamente contrassegnata.
4.3. Se l’oggetto della fornitura viene combinato, mischiato o trasformato, ciò avviene sempre a nostro favore in qualità di produttori, senza però che questo comporti alcun obbligo da parte nostra. Nel caso in cui, per effetto di tale combinazione, commistione o trasformazione, venga a cessare la proprietà / comproprietà, si concorda fin da ora che la proprietà /comproprietà rispetto al nuovo prodotto passerà a noi in modo proporzionale agli importi delle fatture emesse per i prodotti che sono stati combinati, mischiati o trasformati. Siete tenuti a conservare a titolo gratuito per noi la proprietà / comproprietà.
4.4. Nell’ambito del normale svolgimento delle loro attività, i rivenditori sono autorizzati alla rivendita, fino a eventuale revoca. Abbiamo la facoltà di revocare questo diritto, a fronte della sospensione dei pagamenti da parte vostra, in caso di mora o alla luce di indizi concreti di un peggioramento patrimoniale emerso dopo la stipula del contratto o di altre circostanze che dovessero emergere in seguito alla stipula del contratto e tali da far presupporre che il nostro diritto al corrispettivo è pregiudicato da una vostra incapacità contributiva. Rispetto alle merci per le quali ci spetta la proprietà / comproprietà, fin da ora ci cedete a titolo di garanzia i vostri crediti risultanti dalla rivendita o da un eventuale altro motivo giuridico, per un ammontare pari al valore della fattura dell’oggetto della fornitura in questione. A fronte di nostra richiesta siete tenuti a fornirci per iscritto una dichiarazione di cessione. Fino a revoca, nell’ambito del normale svolgimento delle vostre attività, avete la facoltà di riscuotere a vostro nome i crediti ceduti. Il mandato di riscossione può essere revocato alle stesse condizioni del diritto alla rivendita per il normale svolgimento delle attività.
4.5. Non sono consentiti depositi in pegno o trasferimenti di proprietà a titolo di garanzia. In caso di pignoramento, confisca o altre disposizioni o interventi di terzi, questi devono essere informati esplicitamente in merito alla riserva di proprietà e voi siete tenuti a darci immediata informazione a riguardo.

5. Condizioni di fornitura – trasferimento del rischio – Incoterms – assicurazione di trasporto

5.1. In relazione alla nostra offerta o alla nostra accettazione dell’incarico, salvo quanto diversamente concordato in modo esplicito, si applica la condizione di fornitura “CPT – trasporto pagato fino a, indicazione dell’indirizzo di consegna”. Questa condizione prevede l’invio della spedizione attraverso il nostro corriere aziendale / spedizioniere con i costi della spedizione a carico del cliente.
5.2. Salvo quanto diversamente concordato in modo esplicito, il rischio di perimento o di deterioramento accidentale della merce da consegnare passa a voi nel momento in cui la merce viene affidata alla persona addetta al trasporto, o comunque al più tardi nel momento in cui la merce lascia il deposito di consegna. Ciò vale anche nel caso in cui siamo noi stessi a prendere in carico la spedizione. Se la spedizione viene ritardata per colpa vostra, il rischio passa a voi dal momento in cui ricevete comunicazione in merito al fatto che la merce è pronta per essere spedita.
5.3. Se il contratto prevede clausole di spedizione e trapasso del rischio di uso comune a livello internazionale, queste vanno interpretate secondo le regole internazionali d’interpretazione delle formule contrattuali di uso commerciale (Incoterms nella versione più aggiornata, attualmente Incoterms 2010).
5.4. La stipula di un’assicurazione di trasporto da parte nostra avviene solo previo specifico accordo e i costi sono a carico vostro.

6. Diritti derivanti da eventuali vizi della cosa – obblighi di comunicazione del reclamo

6.1. Salvo quanto diversamente concordato in modo esplicito, le caratteristiche e l’idoneità all’uso sono esclusivamente e definitivamente quelle indicate nella rispettiva scheda tecnica del prodotto o nelle istruzioni per l’uso del rispettivo prodotto.
6.2. In caso di reclamo giustificato e segnalato entro i termini previsti, il venditore ha il diritto di provare a porvi rimedio tramite adempimento successivo. Spetta a noi scegliere il tipo di adempimento successivo, tra eliminazione del difetto o invio di un prodotto privo di difetti.
6.3. Eventuali reclami riguardanti spedizioni incomplete o errate devono esserci comunicati tempestivamente per iscritto, al più tardi entro una settimana dalla spedizione (difetti palesi) o dalla scoperta del difetto. In caso contrario non sarà possibile far valere i propri diritti derivanti da eventuali vizi della cosa.
6.4. Da parte nostra non accetteremo limitazioni al vostro onere di verifica e ai vostri obblighi di comunicazione del reclamo (in particolare quelli derivanti dal § 377 HGB).
6.5. I diritti derivanti da eventuali vizi della cosa decadono entro un lasso di tempo di 12 mesi dal passaggio del rischio. Ciò non vale per i diritti derivanti da eventuali vizi della cosa di prodotti soggetti a usura. Le disposizioni di cui sopra non valgono se ai sensi dei §§ 438 comma 1 punto 2, 438 comma 3, 479 comma 1 e § 634a BGB la legge prevede termini di prescrizione più lunghi, e non si applicano in caso di responsabilità per danni derivanti da lesioni mortali, fisiche o pregiudizievoli della salute, nonché responsabilità per danni dovuti a inadempienza rispetto ai propri obblighi con carattere di dolo o colpa grave.
6.6. Resta inoltre escluso il ricorso ai diritti derivanti da eventuali vizi della cosa nei seguenti casi:
– verifica non svolta correttamente e per tempo e reclamo del difetto non comunicato ai sensi dei punti 6.3. e 6.4.;
– modifica dell’oggetto della fornitura senza previa autorizzazione, salvo il caso in cui sia possibile dimostrare che il difetto non è stato causato da tale modifica;
– difetti emersi per effetto del naturale logoramento del prodotto, a seguito di un utilizzo non a norma o di uno stoccaggio improprio.
6.7. Le richieste di risarcimento danni possono essere avanzate nei nostri confronti solo ai sensi del punto 8.
6.8. In caso di vizi della cosa, il venditore potrà scegliere se migliorare gratuitamente le parti della fornitura/del servizio che presentano un vizio della cosa o se effettuare una nuova consegna/un nuovo servizio, qualora il vizio della cosa fosse già presente all’epoca del passaggio del rischio.
(a) In primo luogo occorre sempre offrire al venditore la possibilità di apportare tutte le migliorie/forniture sostitutive che questi ritiene necessarie; ciò avviene di concerto tra le parti; in caso contrario, il venditore è esonerato dalla responsabilità e dalle conseguenze che ne derivano. Solo in casi urgenti, qualora sia posta in pericolo la sicurezza operativa e/o per impedire danni spropositatamente elevati, di cui il venditore deve essere immediatamente informato, l’acquirente ha il diritto di eliminare il vizio direttamente o farlo eliminare da terzi e di richiedere il risarcimento delle spese sostenute. Se la miglioria non porta al risultato sperato, l’acquirente ha la facoltà di recedere dal contratto, indipendentemente da eventuali altri diritti di risarcimento danni, se il venditore lascia decorrere invano il termine congruo fissato per la miglioria/fornitura sostitutiva, pur tenendo conto delle situazioni eccezionali previste dalla legge.

Se è presente soltanto un vizio irrilevante, all’acquirente spetta soltanto il diritto alla riduzione del prezzo. Altrimenti è escluso il diritto alla riduzione del prezzo.

Inoltre, sono esclusi i diritti derivanti da eventuali vizi della cosa nel caso di danni subentrati in seguito al passaggio del rischio a causa di trattamento errato/negligente, sollecitazione eccessiva, utilizzo di mezzi d’esercizio inappropriati, montaggio difettoso, manutenzione non correttamente eseguita, influssi chimici/elettrochimici/elettrici, luogo di installazione inappropriato, mancanza di stabilità, sicurezza inappropriata così come in seguito a influssi meteorologici/naturali e altri influssi esterni che non sono previsti dal contratto. Non si avranno diritti, se l’acquirente/i suoi preposti effettuano modifiche/riparazioni improprie oppure interventi non autorizzati.
(b) Se le spese relative alla miglioria/fornitura sostitutiva dovessero aumentare, perché l’oggetto della fornitura è stato portato in un luogo diverso dalla filiale dell’acquirente, le spese saranno a carico di quest’ultimo.
(c) I costi/Le spese della miglioria/fornitura sostitutiva, comprese le spese di viaggio, saranno interamente a carico dell’acquirente, se non è dimostrabile la presenza di vizio della cosa; lo stesso dicasi in caso di prescrizione dei diritti (nel caso sia stata presentata eccezione di prescrizione) o se i diritti derivanti dai vizi della cosa sono scaduti (§ 377 HGB). Il venditore ha il diritto di determinazione del prezzo per i suoi servizi (§ 315 e ss. BGB).
(d) Fatti salvi i punti 7 e 8, non sussistono altri diritti al risarcimento danni/spese o diritti dell’acquirente nei confronti del venditore dovuti alla presenza di un vizio della cosa.

7. Diritti di proprietà industriale e diritti d’autore – vizi giuridici

7.1. Salvo quanto diversamente concordato in modo esplicito, siamo tenuti a erogare i servizi soltanto nel Paese del luogo di produzione e fornitura dove non siano presenti diritti di proprietà industriale di terzi (a seguire “diritti di proprietà”). Con il termine “diritti di proprietà industriale” si intendono brevetti, modelli d’utilità o disegni, marchi, compreso il deposito della rispettiva domanda di brevetto, nonché i diritti d’autore. Se, alla luce della violazione da parte nostra di qualche diritto di proprietà industriale, un soggetto terzo dovesse avanzare nei vostri confronti rivendicazioni giustificate, in virtù del fatto che avete usufruito come da contratto di servizi da noi forniti, ci assumiamo la responsabilità di fronte a questo soggetto terzo entro i termini indicati al punto 6.5. e nel seguente modo:
7.2. In caso di violazione di un diritto di proprietà industriale o di un diritto d’autore di un soggetto terzo, provvederemo a nostra discrezione e a nostre spese a ottenere per voi il diritto d’uso dei servizi in oggetto, oppure provvederemo a modificare i servizi, in modo tale da non violare il diritto di proprietà industriale di terzi, oppure procederemo a sostituire la fornitura. Se ciò non risultasse possibile a condizioni ragionevoli, avrete diritto per legge alla riduzione del prezzo o a recedere dal contratto. Il nostro obbligo al risarcimento danni è definito al punto 8.
7.3. Gli obblighi sopra indicati sussistono solo a condizione che provvediate a informarci tempestivamente per iscritto in merito alle rivendicazioni avanzate da terze parti, qualora non vi siate resi conto dell’esistenza di una violazione e purché ci restino riservate tutte le misure difensive e i concordati.
7.4. In caso di violazioni dovute a prodotti da noi forniti, ma provenienti da altri produttori, a nostra discrezione eserciteremo i nostri diritti nei confronti del rispettivo produttore e subfornitore per conto del committente oppure cederemo questo titolo al committente. In questi casi, eventuali rivendicazioni nei nostri confronti saranno possibili conformemente a quanto definito in questo punto 7, solo se i mezzi giudiziari intrapresi nei confronti dei produttori e dei subfornitori non andranno a buon fine o risulteranno inutili, ad es. in caso di insolvenza.
7.5. Il ricorso ai vostri diritti è escluso qualora la violazione del diritto di proprietà industriale sia esclusivamente di vostra responsabilità.
7.6. Il ricorso ai vostri diritti è altresì escluso nel caso in cui la violazione del diritto di proprietà industriale dipenda da vostre specifiche istruzioni, da un uso da parte vostra da noi non prevedibile o da vostre modifiche non autorizzate al servizio.
7.7. Sono escluse ulteriori rivendicazioni per vizi giuridici avanzate nei nostri confronti o nei confronti dei nostri preposti o rivendicazioni diverse da quanto definito in questo punto 7.
7.8. Se, alla luce degli obblighi contrattuali, si dovesse produrre un risultato che merita di essere tutelato ai sensi dei diritti di proprietà industriale, in relazione a tale risultato ci spettano in via esclusiva tutti i diritti di proprietà industriale, a meno che siate voi ad aver contribuito in maniera determinante alla produzione di tale risultato. In questo caso, o in tutti gli altri casi in cui è stato prodotto un risultato che merita di essere tutelato ai sensi dei diritti di proprietà industriale, resta inteso che ci spetterà come minimo un diritto d’uso non esclusivo gratuito, illimitato a livello geografico, temporale e sui contenuti.

8. Responsabilità

8.1. Garantiamo il risarcimento danni e il rimborso delle spese ai sensi del § 284 BGB (a seguire “risarcimento danni”) in relazione a difetti dei servizi o a seguito di violazione di altri obblighi contrattuali o extra-contrattuali, in particolare derivanti da atti illeciti, ma solo in caso di dolo o colpa grave. La limitazione della responsabilità di cui sopra non vale in caso di lesioni mortali, fisiche o pregiudizievoli della salute, in caso di assunzione di una garanzia o di un rischio d’approvvigionamento, violazione di obblighi contrattuali cardinali e in caso di responsabilità del produttore per danni da prodotto.
8.2. Il risarcimento danni per violazione di obblighi contrattuali cardinali è limitato al rimborso dei danni tipici previsti dal tipo di contratto che noi, al momento della stipula del contratto, avremmo dovuto prevedere come possibile conseguenza alla luce delle circostanze evidenti, salvo i casi di dolo o negligenza grave, oppure di lesioni mortali, fisiche o pregiudizievoli della salute, assunzione di una garanzia o di un rischio d’approvvigionamento, nonché in base alla legge sulla responsabilità del produttore.
8.3. Tutte le limitazioni di responsabilità valgono in egual misura per preposti e commessi.
8.4. Le clausole precedenti non comportano una modifica dell’onere della prova a svantaggio del cliente.
8.5. Con il termine “obblighi contrattuali cardinali”, ai sensi dei punti 8.1. e 8.2., si intendono quegli obblighi il cui adempimento è necessario per la corretta esecuzione del contratto e sul cui rispetto potete legittimamente contare.

9. Prezzi

9.1. I nostri prezzi sono da intendersi come prezzi netti. I costi di imballaggio, trasporto, assicurazione, nonché commissioni e altri oneri tributari, vengono conteggiati a parte, salvo quanto diversamente concordato in modo esplicito.
9.2. Per ordini il cui valore netto della merce non supera i 100,00 € applicheremo un supplemento minimo di prezzo pari a 25,00 € netti.

10. Condizioni di pagamento – compensazione – garanzie – cessione

10.1. Salvo quanto diversamente concordato in modo esplicito, siete tenuti a effettuare il pagamento netto entro 14 giorni dal ricevimento della fattura – non prima comunque del ricevimento della merce.
10.2. I diritti di ritenzione e compensazione valgono solo qualora le vostre contropretese siano incontestate, accertate, passate in giudicato e da noi riconosciute oppure a fronte di una condizione di stretta reciprocità rispetto ai nostri crediti. Inoltre, per esercitare il diritto di ritenzione, la vostra contropretesa deve basarsi sullo stesso rapporto contrattuale.
10.3. Alla luce di indizi concreti di un peggioramento patrimoniale emerso dopo la stipula del contratto o di altre circostanze che dovessero emergere in seguito alla stipula del contratto e tali da far presupporre che il nostro diritto al corrispettivo è pregiudicato da una vostra incapacità contributiva, siamo autorizzati a richiedere adeguate garanzie per i nostri servizi e/o a revocare gli eventuali termini di pagamento concessi, anche per altri crediti. Qualora non ci forniate entro un termine adeguato le opportune garanzie da noi richieste, è nostra facoltà recedere dal contratto. Ciò non pregiudica eventuali altri nostri diritti derivanti dai servizi erogati o maturati per mora, così come i nostri diritti ai sensi del § 321 BGB.
10.4. La cessione dei diritti derivanti dal presente rapporto contrattuale è ammessa solo previo nostro consenso scritto. Il diritto a ottenere un tale consenso non è dovuto. Resta invariato il § 354a HGB.

11. Ritiro delle apparecchiature elettriche ed elettroniche – ritiro degli imballaggi

11.1. Se prescritto ai sensi delle disposizioni legislative (ad es. legge tedesca sulle apparecchiature elettriche ed elettroniche), al termine della vita utile dei prodotti da noi forniti, su richiesta provvediamo al ritiro della merce fornita e allo smaltimento secondo le prescrizioni di legge vigenti. I costi del ritiro e dello smaltimento sono a carico vostro.
11.2. Se prescritto ai sensi delle disposizioni legislative, su richiesta provvederemo al ritiro degli imballaggi utilizzati per il trasporto. I costi del relativo trasporto sono a carico vostro.

12. Luogo di adempimento – foro competente – diritto applicabile

12.1. Tutti i rapporti giuridici tra le parti contrattuali derivanti da e in relazione all’esecuzione del presente contratto sono disciplinati dal diritto della Repubblica Federale di Germania. Le parti escludono pertanto espressamente le disposizioni della Convenzione delle Nazioni Unite sui contratti di compravendita internazionale di merci/CISG.
12.2. Luogo di adempimento per tutti gli obblighi derivanti dal rapporto contrattuale è Heidenheim.
12.3. Per le controversie giuridiche di competenza degli uffici giudiziari di prima istanza, come foro competente si concorda il tribunale di Heidenheim, mentre per le controversie giuridiche di competenza dei tribunali provinciali il foro competente è Ellwangen. A nostra discrezione, abbiamo la facoltà di citarvi in giudizio presso la vostra sede.
Condizioni aggiuntive per il software
Nella misura in cui una parte del nostro servizio, o in relazione a quest’ultimo, preveda da parte nostra la messa a disposizione, gratuitamente o meno, di software (a seguire “il software”), si applicano a titolo integrativo le seguenti disposizioni; in caso di conflitti tra le disposizioni indicate in precedenza e quelle fornite qui di seguito, in relazione al software hanno carattere prioritario le disposizioni a seguire:

13. Diritti di utilizzo

13.1. Vi concediamo il diritto non esclusivo a utilizzare il software conformemente alla sua destinazione d’uso. L’uso previsto è quello indicato nella rispettiva scheda tecnica del software o quello riportato nelle istruzioni per l’uso relative al software. Il diritto di utilizzo è circoscritto al periodo di tempo concordato; in assenza di un accordo di questo genere, il diritto di utilizzo è senza limiti di tempo.
13.2. Salvo quanto diversamente concordato, il software può essere utilizzato esclusivamente in abbinamento all’hardware indicato nella scheda tecnica o nelle istruzioni per l’uso; in assenza di specifiche a riguardo, il suo utilizzo è possibile solo in abbinamento all’hardware fornito insieme al software. L’utilizzo del software con un altro apparecchio necessita del nostro previo consenso scritto; in caso di violazione colposa di questo obbligo, abbiamo la facoltà di richiedere un adeguato supplemento del compenso. Restano salve eventuali ulteriori rivendicazioni.
13.3. Se nella scheda tecnica o nelle istruzioni per l’uso sono indicati più apparecchi, il software può essere utilizzato su uno solo di questi apparecchi alla volta (licenza semplice), salvo che in via eccezionale sia stata concordata una licenza multipla (cfr. punto 13.11.). Se un apparecchio prevede più postazioni di lavoro su cui il software può essere utilizzato in modo indipendente, la licenza singola si estende a una sola postazione di lavoro.
13.4. Il software viene messo a disposizione esclusivamente in un formato leggibile da dispositivo automatico (object code).
13.5. È possibile realizzare una sola copia del software da utilizzare ed esclusivamente a fini di sicurezza (copia di backup). La copia di backup deve essere chiaramente identificabile come tale e deve essere provvista della nota di copyright del produttore. È possibile, inoltre, realizzare copie del software solo nel caso in cui sia stata concordata in via eccezionale una licenza multipla.
13.6. Ad esclusione dei casi previsti dal § 69e della legge sul diritto d’autore (decompilazione), non siete autorizzati a modificare il software, effettuare il reverse engineering, tradurlo o separarne delle parti. È vietato rimuovere dai supporti dati gli identificativi alfanumerici o di altro tipo e questi devono essere riportati invariati su ogni copia di backup.
13.7. A fronte di motivi importanti e fino a revoca contraria, concediamo il diritto a trasferire a terzi il diritto di utilizzo del software. Tuttavia, il trasferimento a terzi è possibile solo congiuntamente all’apparecchio che è stato acquistato in relazione al software. In caso di trasferimento a terzi del diritto di utilizzo, dovete garantire che a dette terze parti non vengano concessi diritti di utilizzo del software che vadano oltre a quelli che vi spettano in base alle presenti condizioni commerciali e riportati nella relativa scheda tecnica o nelle relative istruzioni per l’uso; alle terze parti devono essere inoltre imposti come minimo gli obblighi in relazione al software derivanti dalle presenti condizioni commerciali. In caso di trasferimento a terzi non potrete mantenere nessuna copia del software.
13.8. Non siete autorizzati a concedere sub-licenze.
13.9. In caso di messa a disposizione del software a terzi, siete responsabili del rispetto degli eventuali requisiti in materia di esportazione e, in caso di violazione colposa degli obblighi, siete tenuti a esonerarci da tutti gli obblighi e le richieste che ne derivano. In caso di cessione rinuncerete del tutto a utilizzare il programma, rimuoverete dai vostri PC tutte le copie installate del programma e cancellerete o ci consegnerete tutte le altre copie presenti sui supporti dati, salvo il caso in cui siate tenuti per legge a conservarle per un tempo maggiore. Su nostra richiesta ci confermerete per iscritto di aver attuato integralmente i provvedimenti indicati o eventualmente ci spiegherete i motivi che rendono necessari tempi di conservazione più lunghi. Inoltre, dovrete concordare in modo esplicito con le terze parti il rispetto dell’ambito di applicazione dei diritti concessi conformemente al presente accordo. Non è consentita la suddivisione dei pacchetti multi-licenza.
13.10. In caso di nostra messa a disposizione di un software per il quale siamo in possesso solo di un diritto di utilizzo indiretto (software di terzi), si applicano in aggiunta, in modo prioritario rispetto alle disposizioni del presente punto 13, le condizioni d’uso concordate tra noi e il nostro concessionario di licenza. In caso di nostra messa a disposizione di un software open source, si applicano in aggiunta, in modo prioritario rispetto alle disposizioni del presente punto 13, le condizioni d’uso a cui è soggetto il software open source. Nella scheda tecnica o nelle istruzioni per l’uso segnaleremo la presenza del software di terzi e del software open source, nonché delle relative condizioni d’uso e, su richiesta, metteremo a disposizione le condizioni d’uso. In caso di violazione delle presenti condizioni d’uso, anche il nostro concessionario di licenza ha la facoltà di far valere a proprio nome i suoi diritti e le sue rivendicazioni.
13.11. Per poter utilizzare il software su più apparecchi o su più postazioni di lavoro contemporaneamente è necessario concordare separatamente un diritto di utilizzo. Lo stesso vale per l’utilizzo del software all’interno di una rete, anche se in questo caso non viene effettuata alcuna copia del software. Nei casi sopra citati (d’ora in avanti indicati con il termine “licenza multipla”) si applicano inoltre, in modo prioritario rispetto alle disposizioni dalla 13.1. alla 13.10., le seguenti disposizioni (a) e (b):
(a) Una licenza multipla presuppone una conferma scritta esplicita da parte nostra in merito al numero ammesso di copie del software che possono essere effettuate, e in merito al numero di apparecchi / postazioni di lavoro su cui il software può essere utilizzato. Nel caso delle licenze multiple, il punto 13.7. vale solo a condizione che le licenze multiple vengano da voi cedute a terzi in toto e con tutti gli apparecchi su cui può essere utilizzato il software.
(b) Per la realizzazione di eventuali copie dovete osservare le indicazioni da noi fornite in relazione alla licenza multipla. Siete tenuti a tenere un registro in merito alla permanenza di tutte le copie e, su nostra richiesta, tale registro dovrà essere esibito. Su tutti i supporti dati occorre applicare le note di copyright e i numeri di serie del produttore.

14. Passaggio del rischio

In caso di messa a disposizione del software tramite mezzi di comunicazione elettronici (ad es. tramite Internet), il rischio di perimento o di deterioramento accidentale del software passa a voi nel momento in cui il software esce dalla nostra sfera d’influenza (ad es. in caso di download).

15. Obblighi di collaborazione e responsabilità

15.1. Siete tenuti ad adottare tutte le misure necessarie e ragionevoli per evitare o limitare i danni causati dal software. In particolare dovete provvedere a effettuare periodicamente copie di backup dei programmi e dei dati.
15.2. Siete tenuti a proteggere il software da accessi da parte di persone non autorizzate, prendendo delle misure adeguate. In particolare, tutte le copie del software oggetto del contratto e i dati d’accesso vanno conservati in un luogo protetto.
15.2. In caso di vostra violazione colposa di questo obbligo, non risponderemo delle eventuali conseguenze, in particolare per quanto riguarda il recupero di dati o programmi persi o danneggiati. Le clausole precedenti non comportano una modifica dell’onere della prova.

16. Vizi della cosa

16.1. I diritti derivanti da eventuali vizi della cosa riferiti al software decadono entro un lasso di tempo di 12 mesi dal passaggio del rischio. Le disposizioni di cui sopra non valgono se ai sensi dei §§ 438 comma 1 punto 2, 438 comma 3, 479 comma 1 e § 634a BGB la legge prevede termini di prescrizione più lunghi, e non si applicano in caso di responsabilità per danni derivanti da lesioni mortali, fisiche o pregiudizievoli della salute, nonché responsabilità per danni dovuti a inadempienza rispetto ai propri obblighi con carattere di dolo o colpa grave.
16.2. Come vizi della cosa in relazione al software si intendono solo gli scostamenti da voi documentabili e riproducibili rispetto alle specifiche contenute nella scheda tecnica o nelle istruzioni per l’uso. Non si può parlare di vizio della cosa se questo non si presenta nell’ultima versione software messa a disposizione il cui utilizzo è auspicabile.
16.3. Al ricevimento del software siete tenuti a controllare tempestivamente l’eventuale presenza di difetti palesi e a darcene immediata comunicazione, in caso contrario verrà meno il diritto a garanzia per tali difetti. Lo stesso vale nel caso in cui un tale difetto si presenti in un secondo tempo. Trova applicazione il § 377 HGB.
16.4. Sono esclusi i diritti derivanti da eventuali vizi della cosa
– in caso di danni insorti a seguito di un uso errato o negligente del software,
– in caso di danni insorti a seguito di influssi esterni straordinari, non previsti in sede contrattuale,
– per modifiche apportate da voi o da terzi e per le conseguenze che ne derivano,
– per estensioni software, realizzate da voi o da terzi, che esulano dall’interfaccia da noi prevista,
– per gli aspetti inerenti la compatibilità del software con l’ambiente di elaborazione dati da voi utilizzato.
16.5. In relazione al software, il diritto al rimedio tramite adempimento successivo prevede quanto segue: a nostra discrezione procederemo a eliminare il difetto (“riparazione”) o a fornire in via sostitutiva un nuovo aggiornamento (update) o una nuova versione (upgrade) del software, nella misura in cui disponibili o procurabili con uno sforzo ragionevole. In caso di vizi giuridici, a nostra discrezione provvederemo a rendere possibile l’utilizzo del software in modo impeccabile sotto il profilo giuridico o provvederemo a modificare il software in modo che quest’ultimo non comporti più alcuna violazione di diritti di terzi.

17. Responsabilità

17.1. Il venditore è responsabile senza limitazioni
– in caso di dolo o colpa grave,
– in caso di perdita della vita, dell’incolumità fisica o della salute,
– ai sensi delle disposizioni della legge sulla responsabilità del produttore e
– nell’ambito della garanzia assunta dal venditore.
17.2. In caso di violazione per lieve negligenza di un obbligo fondamentale per il raggiungimento dello scopo contrattuale (obbligo cardinale), la responsabilità del venditore è limitata al valore del danno tipico prevedibile in base al tipo di attività in oggetto.
17.3. È esclusa un’ulteriore responsabilità del venditore.
17.4. La limitazione della responsabilità di cui sopra vale anche in relazione alla responsabilità personale di dipendenti, rappresentanti e agenzie del venditore.

18. Diritti di proprietà industriale e diritti d’autore – vizi giuridici

Se, alla luce della violazione di qualche diritto di proprietà industriale, un soggetto terzo dovesse avanzare rivendicazioni giustificate in relazione al software, ci assumiamo la responsabilità ai sensi del punto 7 conformemente ai termini previsti al punto 6.5.

19. Protezione dei dati

Per tutte le informazioni in relazione all’utilizzo dei dati degli utenti si rimanda alla nostra informativa sulla protezione dei dati personali.

20. Riservatezza

20.1. Con il termine “informazioni riservate” si intendono tutte le informazioni e i documenti delle parti contrassegnate come confidenziali o che, date le circostanze, sono da ritenersi confidenziali, in particolare le informazioni sulle pratiche aziendali, i rapporti commerciali e il know-how.
20.2. Le parti concordano a mantenere la massima riservatezza in merito alle informazioni riservate.
20.3. Sono escluse da questo obbligo quelle informazioni riservate
(a) per le quali il destinatario può dimostrare che erano già in suo possesso al momento della stipula del contratto o di cui è venuto successivamente a conoscenza attraverso terzi, senza che questo comportasse una violazione dell’accordo di riservatezza, di norme giuridiche o di decisioni delle autorità;
(b) che erano di pubblico dominio al momento della stipula del contratto o che lo sono diventate a posteriori, purché ciò non sia avvenuto in seguito a violazione del presente contratto;
(c) che devono essere comunicate in virtù di disposizioni legali o su richiesta di un tribunale o un’autorità competente. Nella misura in cui ciò sia consentito e possibile, il destinatario tenuto a comunicare le informazioni dovrà informare preventivamente l’altra parte e darle la possibilità di intervenire contro tale divulgazione.
20.4. Le parti metteranno a disposizione le informazioni riservate solo a quei consulenti tenuti a rispettare il segreto professionale o a cui sono stati imposti obblighi equivalenti agli obblighi di non divulgazione previsti dal presente contratto. Le parti, inoltre, metteranno a disposizione le informazioni riservate solo a quei dipendenti che devono esserne a conoscenza ai fini dell’esecuzione del contratto e questi dipendenti saranno tenuti alla riservatezza anche dopo che avranno cessato di lavorare per l’azienda, nella misura in cui consentito dal diritto del lavoro.
20.5. Ogni violazione colposa di queste disposizioni comporta una penale dell’ammontare di 5.000,00 EURO. Restano salve eventuali ulteriori rivendicazioni della parte lesa.

 

21. Contatti

Christian Maier GmbH & Co.KG Maschinenfabrik
Würzburger Straße 67 – 69
89520 Heidenheim
Germania

Tel. +49 7321 317-0
info@maier-heidenheim.de
www.maier-heidenheim.com